Mestrino vince nel finale, tutto invariato per la corsa salvezza diretta: sarà verdetto negli ultimi 60′

MESTRINO (PD) – Ferrara dimostra tutto il proprio valore in una sfida complessa, rivelatasi sfortunata a causa della limitazione di Tomova (prevista) e di Tanic, uscita malconcia dopo un primo tempo combattuto e rientrata solo nelle battute conclusive. A lenire l’amarezza per un punto sfuggito solamente per un soffio, i risultati dagli altri campi che lasciano completamente invariata la lotta alla salvezza diretta, rimandando ogni verdetto agli ultimi, decisivi, sessanta minuti.

 

IL MATCH 

Coach Carlos Britos, che non ha potuto avere nemmeno per un allenamento Tomova in settimana, opta per uno starting seven composto da Darjana Vuklis fra i pali, Marjana Tanic, Martina Crosta e Paula Visentin sugli esterni, Capitan Soglietti e Luciana Fabbricatore in ala e Fernanda Marrochi a completare in pivot.

Dopo una breve schermaglia iniziale è Mestrino a tentare il primo allungo con l’ex Nahomi Marquez e Giovanna Lucarini (mvp del match) a fissare il primo break sul 4-1 al 7′. E’ capitan Soglietti a chiudere l’emorragia con una rete personale e un assistenza per Fabbricatore che chiude efficacemente un perfetto contropiede. Mestrino tenta continuamente di ritrovare margine ma l’Ariosto si difende con ordine e quando riparte fa sempre male. Put e Lucarini riportano le venete sul +2 (8-6) al 16′ ma Ferrara, pur perdendo temporaneamente Tanic per una botta al ginocchio, resta in scia grazie alla neo entrata De Santis che fissa il 9-9 al 21′. Sempre Lucarini, al 26′ riporta Mestrino sul +2, e successivamente sul +3 (14-11), che manda le squadre negli spogliatoi per l’intervallo.

Nella ripresa Soglietti e la neo entrata Tomova ricuciono sul 15-14 nei primi 4′. E’ un’illusione, quella di poter riportare la gara in equilibrio per le emiliane: Tomova e Crosta pagano dazio con un’esclusione a testa e Mestrino ne approfitta per volare sul +5 (19-14) trascinata da Lucarini, Brunetti e Biondani. Le padrone di casa toccano anche il +6 (Brunetti al 45′ per il 22-16) prima che l’Ariosto inizi una lenta ma inesorabile rimonta nell’ultimo quarto d’ora prima del gong. Vuklis chiude la porta, solo 6 reti negli ultimi 15 giri di lancette, e Tomova (8 reti anche con una caviglia sola) inizia a sparare sino al 28-27 che frena la voglia di punti dell’Ariosto.

Termina con un 28-27 la rincorsa di Ferrara che ora, in una “bagarre” micidiale con quattro squadre coinvolte, si giocherà la salvezza diretta nello scontro interno contro Pontinia. Appuntamento al “Pala Boschetto” Sabato 16 Aprile alle ore 17.30.

 

TABELLINO 

Pallamano Mestrino vs Ariosto Ferrara – (15-12)

Mestrino: Biondani 2, Put 5, Lucarini 6, Vinci, Zikulari, Marcon, Sabbion, Marquez 6, Brunetti 6, Luchin, Campagnaro, Shima, Pugliese, Pugliese  3, Rauli. All. Lucarini

Ariosto Ferrara: Vitale, Manfredini, Tanic 3, Crosta 2, Vuklis, De Santis 2, Lo Biundo, Fabbricatore 7, Visentin, Marrochi 1, Angelini, Tomova 8, Pavanini, Soglietti 4. All. Britos

 

ALTRI RISULTATI 

Pontinia vs Leno 38-23

Malo vs Salerno 23-37

Erice vs Cassano Magnago (rinviata)

Casalgrande vs Brixen 22-37

Mezzocorona vs Cellini Padova 32-35

 

CLASSIFICA SERIE A BERETTA: Brixen 39, Salerno 36, Mestrino 32, Pontinia 30, Ariosto Ferrara 20, Erice 20*, Padova 19, Cassano Magnago 15**, Malo 6*, Mezzocorona 6, Leno 5.

*una gara in meno

**due gare in meno