Serie A2 al via: per l’Ariosto esordio interno contro Mestrino, Domenica alle ore 16 al “Pala Boschetto”

Prenderà il via Sabato 16 Ottobre il campionato di Serie A2 femminile. Quattro Gironi con 27 squadre ai nastri di partenza, a caccia di un posto nella prossima Serie A Beretta. L’Ariosto Pallamano competerà, come nelle precedenti due stagioni, con un collettivo giovane e collaudato che avrà l’obiettivo di mettere tanti minuti nelle gambe per essere, anche se non in corsa per la promozione, serbatoio sempre più pronto per la prima squadra. Un roster tutto composto da “millennials” che inizia la stagione con ambizione e voglia di competere ai vertici.

L’esordio delle emiliane sarà interno, al “Pala Boschetto” con fischio d’inizio alle ore 16, contro Mestrino.

In piena osservanza delle attuali normative vigenti in materia di distanziamento e prevenzione del contagio da Covid -19, sarà consentito l’accesso a 300 spettatori circa (60% della capienza nominale) con ingresso gratuito esibendo “Green Pass” valido e rendendosi disponibile alla rilevazione della temperatura corporea.

 

PROGRAMMA 1^ GIORNATA 

Prato vs Sportinsieme

Grosseto vs Padova

Chiaravalle vs Mugello

Camerano vs Marconi Jumpers

Ariosto Ferrara vs Mestrino (Ore 16.00)

 

Elenco squadre Serie A2 – Girone C: Ariosto Ferrara, Marconi Jumpers, Cellini Padova, Tushe Prato, Chiaravalle, Mestrino, Mugello, Sportinsieme Castellarano, Grosseto, Camerano.

 

IL ROSTER COMPLETO ARIOSTO PALLAMANO – CAMPIONATO SERIE A2 2021-2022 

Gabriela Vitale (GK) (’01)

Alessia Domi (GK) (’03)

Annamaria Irone (’03)

Angelica Manfredini (’03)

Elena Angelini (’03)

Emma Travagli (’04)

Sofia Taddei (’05)

Chiara Ferrara (’01)

Martina De Santis (’03)

Viola Peccenini (’05)

Anna Peccenini (’04)

Carmen Miafo (’04)

Chiara Guidicini (’05)

Viviana Ottani (’05)

Aurora Janni (’05)

 

 

 

Ariosto Pallamano: De Santis e Manfredini convocate nella Nazionale Under 19. Tomova risponde presente alla Bulgaria

La Società Ariosto Pallamano Ferrara è con pieno orgoglio che rende noto ai tifosi, appassionati ed alla stampa, della convocazione nella Nazionale Under 19 femminile delle atlete:

  • Angelica Manfredini 
  • Martina De Santis 

Le ragazze saranno impegnate dal 3 all’11 Ottobre in uno Stage formativo presso il “Pala Tacca” di Cassano Magnago ed effettueranno in questo lasso temporale due test match.

Contestualmente anche la terzina bulgara Mari Tomova ha risposto presente alla chiamata della sua Selezione Nazionale. Le tre ragazze torneranno a disposizione di coach Carlos Britos a partire da Martedì 12 Ottobre 2021.

Torneo “Città di Ferrara”: l’Ariosto 1 vince davanti a Mordano e Faenza

Un quadrangolare per far assaporare ai giovani pallamanisti emiliani uno spezzone della stagione che verrà. L’Ariosto, con una rosa ampia, sceglie di optare per una divisione in due compagini entrambe in corsa per il torneo: “Ariosto 1” ed “Ariosto 2“. Una linea in perfetta continuità con la politica societaria volta ad aumentare progressivamente il minutaggio di tutti gli atleti iscritti al settore giovanile. Il torneo, vinto dalla selezione Ariosto 1, ha visto una larga quantità di gare equilibrate e giocate sino ai possessi finali.

 

Roster Ariosto 1: Edoardo Rossetti, Tommaso Camerani, Dumitru Goreacii, Niccolò Molesini, Leon Di Gaetano, Marco Parpiglia, Aleksander Pirazzoli, Filippo Peccenini, Matteo Lodi, Mattia Valieri, Pietro Teofile, Edoardo Vitali, Lorenzo Chillemi, Diego Boldi Cotti 

Roster Ariosto 2: Mattia Raimondi, Cristian Sivieri, Tommaso Lodi, Jacopo Gaudenzi, Nikita Smiliy, Andrea Pusinati, Federico Pavani, Francesco Pollini, Luca Mantovani, Samuele Biancolini, Diego Zanghirati, Mattia Marianti, Davide Chillemi, Mirko Boldi Cotti, Brian Bandiera

 

RISULTATI TORNEO 

Ariosto 2 vs Mordano 15-30

Ariosto 1 vs Ariosto 2  17-7

Ariosto 1 vs Faenza 38-21

Mordano vs Ariosto 1  18-20

Ariosto 2 vs Faenza 21-28

CLASSIFICA FINALE 

  1. Ariosto 1    6 punti
  2. Mordano 4
  3. Faenza 2
  4. Ariosto 2   0 punti

Salerno espugna il “Pala Boschetto” e condanna l’Ariosto alla 4^ sconfitta consecutiva. Carlos Britos: “Responsabilità mia”

“PALA BOSCHETTO” (FERRARA) – Non era la partita da vincere a tutti i costi ma l’Ariosto, contro le Campionesse in carica della Jomi Salerno, incappa nella quarta sconfitta in altrettante uscite ufficiali. Un match impari, contro una compagine costruita per essere competitiva su tre fronti, che tuttavia ha fatto registrare qualche timido segnale di miglioramento rispetto alle due ultime apparizioni esterne, Leno su tutte. A pesare, semmai, diviene ora una classifica che vedrà l’Ariosto “ferma al palo” per ragioni di calendario sino ad Ottobre inoltrato.

IL MATCH: Coach Carlos Britos opta per uno “starting seven” composto da Villoslada fra i pali, Martina Crosta, Mirjana Tanic e Mari Tomova sugli esterni, Capitan Soglietti e Luciana Fabbricatore in ala e Fernanda Marrochi in pivot. L’avvio di gara vede Salerno tentare l’immediato allungo grazie alla rete dell’azzurra Ilaria Dalla Costa. A stupire, e capovolgere rapidamente l’incedere della gara, è l’approccio alla partita di Tomova: la terzina bulgara classe ‘2002 (top scorer locale con 7 reti) diventa a suon di stoccate vincenti un incubo per l’estremo difensore Elisa Ferrari e permette all’Ariosto, con quattro reti, di mettere la freccia e segnare il massimo vantaggio sul 7-5 con la rete di Tanic al 11’. La reazione delle campane vede lo scatenarsi del “tifone” Manojlovic (MVP del match con 9 reti): la giovane stella di Salerno mette in mostra tutto il suo repertorio e, caricandosi il peso della squadra sulle spalle, si rende protagonista del contro parziale (4-12) che costringe coach Britos al 24′ a chiamare due time out ravvicinati. Tomova e Marrochi aiutano con reti belle e pesanti le locali a contenere il “gap” alle sole 3 reti che mandano, sul 14-17, le due squadre negli spogliatoi.

Nella ripresa Crosta e Fabbricatore illudono le emiliane in apertura (17-20 al 37′). E’ solo una breve illusione poichè Salerno, con la solita Monojlovic sempre sugli scudi, riprende il largo toccando il +7 al 45′ (19-26), per poi chiudere in pieno “garbage time” con un rassicurante bottino di 10 reti di scarto per il 26-36 finale.

Per capitan Soglietti e compagne quasi un mese di stop fra nazionali e pause calendarizzate del massimo campionato femminile: il ritorno in campo, previsto per il prossimo sabato 23 Ottobre, coinciderà con un appuntamento da non sbagliare. Al “Pala Tacca” di Cassano Magnago andrà in scena un vero e proprio scontro diretto fra due club a caccia di una rivincita dopo un avvio di campionato negativo.

 

Carlos Britos (Coach Ariosto): “Mi assumo la piena responsabilità di questo avvio negativo di campionato e di queste quattro sconfitte. La società ha fatto sforzi economici notevoli per trattenere giocatrici importanti e prelevare sul mercato innesti mirati e funzionali al fine di puntare ad un campionato tranquillo ma ambizioso. Abbiamo il compito ed il dovere di fare di più, sfruttare questa sosta per resettare, e metterci nella testa che da ora in avanti ogni gara dovrà diventare per noi uno strumento per muovere la classifica. Non possiamo più permetterci passi falsi essendoci giocati tutti i bonus a nostra disposizione nelle sole prime quattro giornate”.

 

TABELLINO 

Ariosto Ferrara vs Jomi Salerno 26-36 (14-19) 

Ariosto Ferrara: Vitale, Villoslada, Ferrara 2, Manfredini 1, Tanic 3, Crosta 3, Poderi, De Santis 2, Lo Biundo, Fabbricatore 1, Irone, Marrochi 4, Angelini, Tomova 7, Travagli, Soglietti 3. All. Britos

Salerno: Ferrari, Ilic, Dalla Costa 8, Francesconi 6, Rossomando 2, Costanzo, Krnic 3, Romeo 2, Stettler 1, Martinez 4, Manojlovic 9, Napoletano 1, Lauretti . All. Avram

 

CLASSIFICA SERIE A BERETTA FEMMINILE: Jomi Salerno 6, Alì-Best Espresso Mestrino 6, Brixen Südtirol 6, Cassa Rurale Pontinia 4*, Casalgrande Padana 4, AC Life Style Erice 3, Guerriere Malo 2, Mezzocorona 2, Leno 2, Cellini Padova 1, Ariosto Ferrara 0**, Cassano Magnago 0

*una partita in meno
**una partita in più

L’Ariosto anticipa la gara casalinga contro le Campionesse d’Italia di Salerno. Si gioca al “Boschetto” mercoledì alle 19.30

Cancellare, con una grande prestazione, un avvio di campionato lontano dalle aspettative iniziali. L’Ariosto Pallamano Ferrara, in un calendario reso serrato da impegni altrui, si appresta ad ospitare al “Pala Boschetto” le Campionesse d’Italia di Salerno reduci da due vittorie casalinghe piene contro Mezzocorona e Casalgrande e dal pareggio esterno (che per il momento non fa classifica in quanto oggetto di ricorso) in casa di Pontinia. Salerno possiede il roster più vario, profondo e completo di tutto il panorama della pallamano femminile italiana. Una “corazzata” nella quale spicca il talento cristallino della terzina azzurra classe ‘2002 Ramona Manojlovic. La giovane “figlia d’arte” segue nella classifica marcatori la reggiana Ilenia Furlanetto di una sola lunghezza con 22 reti.

Un match caratterizzato dalla presenza di ex in campo: sul fronte emiliano Martina De Santis, fra le migliori in campo nella sconfitta di Leno ed arrivata quest’estate poichè chiusa fra le serrate rotazioni delle Campionesse d’Italia,  mentre nelle fila delle campane sarà ritorno al “Boschetto” per la pivot Lucilla Stettler. Complesso, ma non impossibile, pensare all’impresa. Volgendo tuttavia lo sguardo al breve termine e badando al pratico, alle ragazze di coach Carlos Britos basterebbe riuscire a mettere in campo una grossa prestazione per ritrovare morale e motivazioni in vista di un finale di Ottobre contraddistinto dai fondamentali scontri diretti di Cassano Magnago e contro Cellini Padova al “Pala Boschetto”. Assente certa la lungo degente Paula Visentin che rientrerà a disposizione solamente ad inizio 2022.

 

Carlos Britos (Coach Ariosto Ferrara): “E’ il momento di provare a far girare una stagione che per il momento ci ha visto subire troppi episodi in maniera passiva. Arriva una squadra che, per forza ed organizzazione, ha pochi eguali nel panorama della pallamano italiana. E’ una gara che si prepara da sola, nella quale ogni pressione è per una volta sulle sole nostre avversarie. Salerno, dopo un ottimo avvio di campionato dovrà venire in casa nostra per cogliere quei punti utili a mantenersi in scia alle capoliste Mestrino e Bressanone. Sarà per noi l’occasione per capire se saremo stati in grado di resettare dopo le due brutte prestazioni esterne contro Leno e Casalgrande. Saremo di fronte al nostro pubblico e dovremo ripartire dalla grande prova interna offerta all’esordio in campionato contro Brixen”.

 

COME ACCEDERE AL PALAZZETTO NELLE GIORNATE DI GARA: Il “Pala Boschetto” sarà accessibile, dalle ore 18.30, per i soli possessori di Green Pass valido (munito di relativo QR Code), ad ingresso libero sino al raggiungimento del 50% della capienza nominale dell’impianto.

 

STATISTICHE MATCH 

Ariosto Ferrara 

Posizione: 12°

Punti: 0

Gol fatti: 87 (29/gara)

Gol Subiti: 94 (31.3/gara)

Salerno 

Posizione: 3°

Punti: 4

Gol fatti: 77 (38.5/gara)

Gol Subiti: 43 (21.5/gara)

 

PROGRAMMA 4^ GIORNATA 

Ariosto Ferrara vs Salerno (Mer 29/9 alle ore 19.30) -> Diretta del match in chiaro su Eleven Sport

Brixen vs Padova (Sab 2/10 alle ore 16.30)

Pontina vs Mezzocorona (Sab 16/10 alle ore 17)

Casalgrande vs Erice (Sab 16/10 alle ore 18.30)

Mestrino vs Malo (Sab 16/10 alle ore 18.30)

Leno vs Cassano Magnago (Sab 16/10 alle ore 19.30)

 

CLASSIFICA SERIE A BERETTA: Mestrino 6, Brixen 6, Salerno 4, Pontinia 4, Casalgrande 4, Erice 3, Malo 2, Mezzocorona 2, Leno 2, Padova 1, Ariosto Ferrara 0, Cassano Magnago 0.

Ariosto fermata da una grande Kyryllova: a nulla serve la reazione nel finale

LENO (BS)Kryryllova piega un’Ariosto sprecona. Potrebbe essere questo il titolo del film del match vissuto in terra bresciana che ha visto le emiliane maturare la terza sconfitta in altrettante gare di campionato disputate. Emiliane che, pur approcciando correttamente al match, cedono progressivamente nella parte centrale della gara sotto ai colpi della scatenata terzina ucraina in forza al team di coach Giovanni Bravi. Al tabellino di Leno di iscrivono anche Notarianni e Put, che chiuderanno il loro match con sei reti a testa, e a quel punto per capitan Soglietti e compagne la salita diventa troppo complessa da scalare.
In una serata amara, e non potrebbe essere diversamente a causa del risultato che estende una striscia di risultati consecutivi che resta pienamente negativa, rimane la grintosa reazione che rende il finale “thrilling”. Caduta sino al -4, dopo una gara vissuta praticamente sempre in rincorsa, l’Ariosto reagisce sino a cogliere il pareggio sul 22-22 grazie al rigore trasformato da De Santis. La rete di Crosta del 22-23, immediatamente successiva, illude le ospiti di poter far propria la gara quando ad incombere è un nuovo ma decisivo black out: il parziale di 5-2 delle locali obbliga coach Britos a chiamare il secondo timeout 4′ dal gong. Put, con una bella rete in elevazione dai 9 metri, permette il nuovo e definitivo allungo sul 28-26 che nè la paratissima di Volloslada, nè la rete di De Santis riusciranno più a ribaltare.
Con una classifica che diviene pesante, la testa necessariamente viene rivolta ora al difficilissimo anticipo della 4^ giornata che vedrà l’Ariosto ospitare al “Pala Boschetto” le Campionesse d’Italia in carica di Salerno. Match in diretta su Eleven Sport a partire dalle ore 19.30.
TABELLINO 
Leno vs Ariosto Ferrara 29-28 (14-11) 
Leno: Stizia, Bellu, Farise, Toninelli, Notarianni 6, Franceschini, D’Ambrosio, Lanfredi, Convalle, Turina, De Angelis, Anelli, Lavagnini 1, Andreani 6, Kyryllova 10, Put 6. All. Bravi
Ariosto Ferrara: Vitale, Villoslada, Ferrara, Manfredini, Tanic 6, Crosta 8, De Santis 5, Lo Biundo 1, Fabbricatore 2, Irone, Marrochi 1, Angelini, Tomova 3, Soglietti 2. All. Britos
RISULTATI  3^ GIORNATA 
Mezzocorona vs Erice 23-27
Malo vs Pontinia 21-28
Salerno vs Casalgrande 31-18
Cassano Magnago vs Brixen 19-32
Leno vs Ariosto Ferrara 29-28
Padova vs Mestrino 22-34
CLASSIFICA SERIE A BERETTA FEMMINILE:  Mestrino 6, Brixen 6, Casalgrande 4, Salerno 4, Pontinia 4, Erice 3, Malo 2, Mezzocorona 2, Leno 2, Padova 1, Cassano Magnago 0, Ariosto Ferrara 0.

Ariosto Ferrara di scena a Leno per muovere la classifica

L’Ariosto Ferrara, messa in archivio la dolorosa sconfitta di Casalgrande, si appresta ad affrontare il secondo turno esterno consecutivo con la necessità impellente di una vittoria per muovere una classifica che la vede ancora a quota zero punti dopo 120′ minuti giocati.
A Leno coach Carlos Britos dovrà ancora fare a meno sia di Carlotta Poderi che della lungodegente Paula Visentin, potendo tuttavia inserire nelle rotazioni la recuperata Martina De Santis. Leno, altra compagine a quota zero in classifica, ha tuttavia affrontato nelle prime due giornate di campionato, due delle tre compagini sino a questo momento a punteggio pieno: Mestrino e Bressanone.
Carlos Britos (Coach Ariosto): “Dobbiamo toglierci dalla spalla qualsiasi preoccupazione ed iniziare a giocare la nostra pallamano, fatta di ritmo, corsa e cinismo sotto porta. A Casalgrande siamo inspiegabilmente calati alla distanza e patito oltre modo le qualità di una grande giocatrice come Furlanetto. In terra bresciana dovremo essere capaci e dimostrarci in grado di muovere finalmente la classifica. Abbiamo bisogno di una vittoria per iniziare finalmente il nostro percorso in questo campionato di Serie A Beretta”.
PROGRAMMA 3^ GIORNATA (25/9)
Mezzocorona vs Erice
Malo vs Pontinia
Salerno vs Casalgrande
Cassano Magnago vs Brixen
Leno vs Ariosto Ferrara
Padova vs Mestrino
CLASSIFICA SERIE A BERETTA FEMMINILE:  Mestrino, Brixen, Casalgrande, Salerno 2, Malo 2, Pontinia 2, Mezzocorona 2, Padova 1, Erice 1, Cassano Magnago 0, Ariosto Ferrara 0, Leno 0.

Furlanetto piega l’Ariosto: le 17 reti della reggiana regalano il primato a Casalgrande

“PALA KEOPE” (CASALGRANDE /RE) – L’Ariosto non riscatta la sconfitta interna contro Bressanone ed anzi crolla nel finale, cedendo il passo a Casalgrande nel derby dell’Emilia.

Ariosto che, priva di Visentin e Poderi, con De Santis in panchina solamente ad onor di firma, parte con le giuste intenzioni trovandosi in vantaggio anche di tre reti (5-8). La gara, che si intuisce poter svilupparsi ad altissimo punteggio, sembra poter vedere le ospiti prendere il largo. A mancare tuttavia è il parere della dominatrice del match: Ilenia Furlanetto. La terzina reggiana, che chiuderà la propria sensazionale prestazione con ben 17 reti, prima aiuta la sua squadra a reggere l’urto chiudendo il primo tempo a contatto (17-19 in favore di Ferrara), per poi scatenare tutto il proprio bagaglio tecnico nella ripresa. Casalgrande prima effettua l’aggancio poi, sfruttando il netto calo fisico dell’Ariosto, mette la freccia chiudendo la contesa con un 37-32 che vale seconda vittoria consecutiva e primato in coabitazione con Mestrino e Brixen.

Per l’Ariosto, che tornerà in campo Sabato 25 Settembre nello scontro diretto in casa di Leno. Nonostante i soli 120′ giocati di campionato, quella in terra bresciana rappresenta una sfida sparti-acque: per ambe le contendenti una sconfitta potrebbe complicare, e non poco, i piani per il resto della stagione.

 

TABELLINO 

Casalgrande Padana vs Ariosto Ferrara 37-32 (17-19)

Casalgrande: Bonacini, Rondoni, Giombetti, Sausa Mueller 1, Franco 2, Furlanetto 17, Bordon, Apostol, S. Artoni 8,  Mutti, A. Artoni 1, Orlandi 5, Mattioli, Lusetti 3, Lassouli. All. Agazzani

Ariosto Ferrara: Vitale, Villoslada, De Santis, Ferrara 1, Manfredini 1, Tanic, Crosta 4, Lo Biundo 2, Fabbricatore 4, Irone, Marrochi 4, Tomova 6, Travagli, Soglietti 10. All. Britos

 

ALTRI RISULTATI 

Pontinia vs Salerno 31-31

Erice vs Padova 21-21

Casalgrande vs Ariosto Ferrara 37-22

Mestrino vs Cassano Magnago 21-20

Mezzocorona vs Malo 28-25

Brixen vs Leno 36-25

 

CLASSIFICA SERIE A BERETTA FEMMINILE: Mestrino 4, Brixen 4, Casalgrande 4, Salerno 3, Erice 3, Pontinia 3, Mezzocorona 2, Padova 1, Cassano Magnago 0, Malo 0, Ariosto Ferrara 0, Leno 0.

Ariosto a caccia di immediato riscatto al “Pala Keope” contro Casalgrande. Tanic: “Gara speciale per me”

Dopo la cocente amarezza patita al “Pala Boschetto” nella gara d’esordio, contro Bressanone, l’Ariosto si appresta ad affrontare il derby in casa di una Casalgrande motivata dalla partenza “sprint” in questo campionato. Le reggiane sono state infatti protagoniste di una preziosa e sorprendente vittoria al “Pala Tacca” contro il Cassano Magnago. Un 14-18 che ha messo in luce, oltre alle straordinarie qualità tecniche personali di Gaia Lusetti ed Ilenia Furlanetto, anche una notevole organizzazione di gioco su ambo i lati del campo.

Un team, quello allenato da coach Agazzani, partito a fari spenti in estate ma ritrovatosi, non a caso, compatto e performante all’inizio di questo campionato. L’Ariosto è apparsa in enorme crescita nella prima uscita stagionale contro Brixen: a mancare semmai è stata solo la freddezza nel gestire gli ultimi due decisivi possessi della gara. Gambe e braccia invece sono sembrate girare già con i giusti tempi e la  forza necessaria. A Coach Britos, che recupera Martina De Santis, mancheranno sia Carlotta Poderi che la lungodegente Paula Visentin.

 

Marjiana Tanic (Centrale Ariosto Ferrara): “Siamo dispiaciute per non aver capitalizzato al meglio la gara d’esordio contro Brixen. Con un pizzico di lucidità in più avremmo potuto gestire meglio sia il cronometro, che gli ultimi due possessi offensivi. Tornare a Casalgrande sarà speciale per me: si tratta della mia ex squadra e sono sinceramente felice che sia tornata a giocare il massimo campionato femminile. Una categoria meritata per una società organizzata e storica, che da anni lavora sul territorio per formare giovani atlete e atleti. Noi abbiamo necessità di vincere per muovere la classifica ed alzare le aspettative di un campionato che ci vede partire con lo scomodo ma stimolante ruolo di “outsider”. Casalgrande potrà contare su una giocatrice eccellente come Ilenia Furlanetto, ma sarebbe sbagliato e riduttivo identificarla come l’unico pericolo per la nostra difesa. Mister Agazzani, e la prima gara di Cassano lo ha dimostrato, ha lavorato in maniera mirata per rendere la difesa il punto di forza principale. Non vedo favoriti per questo match e tutte e due le squadre lotteranno sino alla sirena per fare propria l’intera posta in palio”.

Diretta del match, a partire dalle ore 18.30, su Eleven Sport (https://elevensports.com/it/italy)

 

STATISTICHE SFIDA 

Casalgrande Padana

Posizione: 3°

Punti: 2

Reti segnate: 18

Reti subite: 14

Ariosto Ferrara

Posizione: 7°

Punti: 0

Reti segnate: 27

Reti subite: 28

 

PROGRAMMA 2^ GIORNATA – SERIE A BERETTA FEMMINILE  (18/9)

Pontinia vs Salerno

Erice vs Padova

Casalgrande vs Ariosto Ferrara

Mestrino vs Cassano Magnago

Mezzocorona vs Malo

Brixen vs Leno

 

CLASSIFICA SERIE A BERETTA FEMMINILE: Salerno 2, Mestrino 2, Casalgrande 2, Erice 2, Pontinia 2, Brixen 2, Ariosto Ferrara 0, Padova 0, Malo 0, Cassano Magnago 0, Leno 0, Mezzocorona 0.

Ariosto ad un nulla dall’impresa: al “Boschetto” passa Brixen grazie al rigore di Giorgia Di Pietro

“PALA BOSCHETTO” (FERRARA) – Nell’esordio stagionale dell’Ariosto arriva una sconfitta amara ed immeritata, al termine di una gara condotta per buona parte dei 60′. La prima uscita stagionale delle ragazze di coach Carlos Britos presenta innumerevoli segnali positivi, non confermati da un solo zero, quello della casella punti racimolati. Assenze pesantissime da entrambi i lati: l’Ariosto è priva di Paula Visentin e Martina De Santis – Nossing deve fare a meno della top scorer del passato campionato Arassay Duran.

IL MATCH– Coach Carlos Britos, per l’esordio stagionale opta per uno starting seven composto da Villoslada fra i pali, Crosta, Fabbricatore e Tanic sugli esterni, capitan Soglietti e Chiara Ferrara in ala e Fer Marrochi a completare in pivot.

La partenza è tutta delle altoatesine: dopo 6′ Babbo e Di Pietro fissano il parziale sullo 0-3. La reazione è immediata e porta alla partità (5-5) all’altezza del 15′ grazie al rigore trasformato da Soglietti. Ridotto l’impatto di Babbo l’Ariosto trova, anche grazie alle parate di Villoslada, il giusto slancio per mettere la freccia e toccare il massimo vantaggio sul 9-7 (22′) ancora con Soglietti. Bressanone, trascinata da una Giorgia Di Pietro da 8 in pagella, non si arrende e trova la nuova parità sul 12-12 che manda le squadre negli spogliatoi.

Nella ripresa l’Ariosto prova l’allungo, nonostante un contrasto in attacco complichi le condizioni della caviglia di una Crosta imponente in difesa. Al 40′, sul 18-16,annullato a Soglietti il gol del possibile +3. E’ un episodio che condanna la gara all’equilibrio sino all’ultimo respiro. Tomova, dopo uno 0/4 al tiro, con tre reti prova a spingere Ferrara che rimane attaccata al match nonostante l’uno-due micidiale “griffato” Ucchino-Di Pietro. Grazie alla doppietta di Martina Crosta, Ariosto si ritrova in vantaggio sul 27-26. Sempre la scatenata Di Pietro decide il match: prima coglie la parità poi, approfittando di una sanguinosa palla persa in attacco e di un rigore fischiato allo scadere, chiude i conti per il definitivo 27-28.

 

Prossimo impegno per l’Ariosto è calendarizzato per sabato 18 Settembre alle ore 18.30 al “Pala Keope” di Casalgrande per il “derby” tutto emiliano contro la neopromossa compagine reggiana,.

 

TABELLINO 

Ariosto Pallamano Ferrara vs SSV Brixen 27-28 (12-12)

Ariosto Ferrara: Vitale, Villoslada, Ferrara 2, Manfredini 1, Tanic 5, Crosta 4, Poderi, Lo Biundo 1, Fabbricatore 2, Marrochi 3, Tomova 3, Travagli, Angelini, Soglietti 6. All. Britos

Brixen: Pruenster, Pernthaler, Eder 1, Hilber, Di Pietro 11, Nothdurfter 4, Ucchino 3, Babbo 4, Ghilardi 5, Di Carlantonio, Sozio, Vikoler. All. Nossing

 

ALTRI RISULTATI 

Malo vs Erice 21-24

Ariosto Ferrara vs Brixen 27-28

Cassano Magnago vs Casalgrande 14-18

Jomi Salerno vs Mezzocorona  46-25

Cellini Padova vs Pontinia 22-23

Leno vs Mestrino 19-33

CLASSIFICA SERIE A BERETTA FEMMINILE: Salerno 2, Brixen 2, Casalgrande 2, Pontinia 2, Mestrino 2, Ariosto 0, Cellini Padova, Cassano Magnago, Leno, Mezzocorona.