Mercato: Ufficiale l’ingaggio della centrale classe ’95 Carlotta Poderi

La Società Ariosto Pallamano Ferrara è lieta di annunciare di aver positivamente concluso le trattative per assicurarsi le prestazioni sportive della centrale classe ’95 Carlotta Poderi.

Proveniente dalla Pallamano Oderzo, per Poderi si tratta di un ritorno in città dopo aver vestito la casacca dell’Ariosto sino alla stagione 2014/15. In questi anni Poderi si è distinta con le maglie di Dossobuono e Oderzo.

 

Carlotta Poderi, il mercato dell’Ariosto si è chiuso con il tuo annuncio. Per te a Ferrara si tratta di un ritorno, com’è nata la trattativa per riportarti al “Pala Boschetto”?

“Ero già rientrata a Ferrara praticamente subito dopo la fine del campionato con l’intento di studiare e lavorare in città. Non era nemmeno nei miei piani giocare quest’anno: amo giocare a pallamano, ma un campionato di questo livello porta a sempre ad un dispendio di energie e di tempo importante e mi ero quasi convinta di dedicarmi, momentaneamente, solo allo studio ed alle future scelte di vita personali. Sono stata contattata alla fine del mese di luglio: abbiamo avuto modo di parlare in maniera approfondita, trovando celermente un accordo. In questo senso devo ringraziare sentitamente la società che, per avermi, ha trovato una soluzione che mi permettesse di gestire le mie forze sui due fronti: c’erano altre offerte ma questo passaggio, oltre alla voglia di tornare all’Ariosto, ha fatto la differenza nella mia scelta”.

Sei una giocatrice esperta e in queste ultime stagioni sei stata abituata a lottare per il vertice della classifica, che idea ti sei fatta sul livello generale del campionato?

“Il campionato, più o meno, mi pare ricalcare gli equilibri dell’anno scorso. Immagino che anche quest’anno il campionato riserverà qualche sorpresa che mette sempre un po’ di pepe alle classifiche. Mi auguro solo che, rispetto alla passata stagione, si riesca a dare più continuità al campionato con la speranza che possano trovare risoluzione i problemi dettati dall’emergenza sanitaria: situazioni che decisamente condizionato il campionato e creato non pochi disagi alle società ed a noi atlete”.

Dai primi allenamenti e dalle prime settimane con la tua nuova squadra quali obiettivi di squadra pensi sia possibile raggiungere, ed a livello personale ti sei prefissata qualcosa?

“Per quello che riguarda gli obbiettivi di squadra penso sia sempre importante cercare di partire bene, provare a fare punti sin dalle prime giornate. Migliorarsi settimanalmente, a mio parere, farebbe bene al progetto messo in campo dalla società.  Essendo ambiziosa la mia speranza sarebbe quella di contribuire a migliorare il posizionamento della passata stagione, il che significa provare a qualificarci per le “Finals” di Coppa Italia, che resta una bellissima e suggestiva manifestazione. Il sogno sarebbe qualificarci per i playoff: è un obbiettivo ambizioso, perché i campionati sono lunghi e dispendiosi, ma penso valga la pena provarci.

Per quello che riguarda gli obbiettivi personali, sto cercando di tenermi con i piedi per terra: per il momento penso solo a mettermi a disposizione di coach Britos, provando a dare il massimo per le mie compagne di squadra. Voglio tornare ad allenarmi al 100%, con serietà e entusiasmo, riassaporando il gusto di indossare la maglia della mia città. Insomma, ai proclami preferisco far parlare i fatti…”