La Quarantena dei Capitani, Chiara Di Guida (Under 13): “Sento tutti i giorni le mie compagne di squadra su Whats app, ma il campo manca…”

La società Suncini Ariosto Ferrara lancia un’iniziativa, approfittando di questo periodo di astinenza dalla pallamano giocata, con l’obiettivo di conoscere meglio i volti delle giocatrici che tengono alto il nostro nome in tutte le categorie che vedono le nostre rappresentative impegnate.

Con cadenza stabilita, andremo a conoscere i cinque capitani delle compagini “griffate” Ariosto: si parte con Chiara Di Guida, capitana delle nostre Under 13.

Chiara, come stai vivendo questa quarantena forzata. Come passi le tue giornate?

“Sto vivendo questa quarantena con la voglia di vedere tutti i possibili lati positivi. Sto riuscendo a mantenere tutti i contatti con i miei affetti, anche se resta difficile non poterli vedere o abbracciare. In queste giornate mi sto organizzando facendo per prima cosa i compiti, per poi dividermi fra allenamenti personalizzati e qualche telefonata ad amiche e compagne di squadra”.

Quanto ti manca il campo e il poter condividere allenamenti e gare assieme alle tue compagne di squadra?

“Le mie compagne mi mancano tanto, ma siamo costantemente in contatto grazie a whats app. Più difficile invece stare senza campo: per questo mi auguro di poter tornare a fare allenamento al “Boschetto” il prima possibile”.

Come ti stai mantenendo in forma? Che tipo di allenamento stai seguendo e che stile di alimentazione hai applicato?

“Ho mangiato qualche pezzo di cioccolata di troppo, anche dato il periodo, ed ora sto cercando di regolare meglio la mia alimentazione con una dieta più equilibrata. Per quanto concerne gli allenamenti, ho ripreso dalle ultime indicazioni che ci aveva fornito Celeste (Celeste Meccia – tecnico Under 13 n.d.a.) ed ora mi sto concentrando su esercizi specifici per il tiro”.

Pensi cambierà qualcosa dopo questa emergenza?

“Si, ritengo che questa distanza, per quanto sia complessa da affrontare, ci permetterà di rafforzare maggiormente lo spirito di gruppo e di legare definitivamente anche con quelle compagne con le quali c’erano stati problemi o incomprensioni. Aumenterà la determinazione e la voglia di vincere ogni gara”.

Quando non ti alleni come impegni il tempo. Hai un libro o una serie tv da consigliare ai nostri tifosi?

“Mi piace molto ascoltare tutti i tipi di musica e leggere qualche buon libro: mi aiutano entrambe a liberare a mente ed a rilassarmi. Sul versante film, posso consigliare i miei due preferiti che sono “Una notte al Museo” e le “Cronache di Narnja”.

La partita che in carriera non potresti mai dimenticare e perchè?

“L’ultima gara giocata, che ci ha consacrate “Campionesse d’Inverno” è a mio avviso una delle più importanti ed emozionanti. Abbiamo vinto (23-13) contro una squadra forte come il Romagna e lo abbiamo fatto di squadra, cosa chiedere di più?”

Un Gol o una giocata che ricordi con particolare affetto e perchè?

“Più che un gol citerei un assist: si tratta di quello che mi ha permesso di lanciare in porta la mia compagna Irene Guarelli che ha poi segnato la rete che ci ha consentito di battere il Romagna. E’ un ricordo piacevole che mi stimola a dare sempre qualcosa in più per crescere, personalmente e di squadra”.

La foto del tabellone della gara, giocata a Casalgrande, che ha visto l’Under 13 battere il Romagna