Articoli

Serie A Beretta: Ariosto ritrova una super Villoslada ed espugna Malo 23-29

MALO (VI) – Una prova difensiva maiuscola (due sole reti concesse nei primi 15′) crea i presupposti per la prima vittoria stagionale delle ragazze dell’Ariosto Ferrara. Ferarra, che arrivava allo scontro del “Pala Deledda” con la peggior difesa del campionato, coglie due punti balsamici proprio grazie ad una perfetta fase passiva, che permettono un deciso balzo in avanti ma soprattutto sbloccano mentalmente una squadra in preda ad un perdurante momento no.

IL MATCH: Coach Carlos Britos opta per uno starting seven composto da Villoslada fra i pali, Marjana Tanic in cabina di regia, Mari Tomova e Martina Crosta sulle caselle di terzino, Capitan Soglietti e Luciana Fabbricatore in ala e Fernanda Marrochi a completare in pivot. La partenza dell’Ariosto è di quelle accelerate: l’errore dalla tacca dei sette metri della veneta Dalle Fusine agevola uno 0-3 iniziale che permane sino  all’ottavo di gioco, quando l’ala vicentina Lain chiude il parziale aperto con la prima rete del match per Malo. La marcatura di Fabbricatore, per il 4-1 ospite, costringe coach Sabino al primo time out al 10′. Martina Crosta è abile a sbloccare nuovamente la casella gol segnati, dopo due rigori falliti, arrotondando il massimo vantaggio sul 6-1 al 14′. L’ottima difesa di Ferrara blocca completamente l’attacco di Malo che resta fermo a quattro reti segnate sino al 20′ (4-8).  E’ Chiara Ferrara, al 25′, a riscrivere il nuovo massimo vantaggio portando le sue compagne sul +6 (6-12), con una bella rete a spiazzare Dyulgerova sul proprio primo palo dalla posizione di ala. La reazione delle Guerriere vale il contro-parziale di 3-1 che chiude la prima frazione di gioco sul punteggio di  9-13. Un primo tempo quasi perfetto con Martina Crosta grande protagonista realizzativa, in un Ariosto apparsa attenta e molto coriacea in difesa come poche altre volte in questa stagione.

Nella ripresa Ferrara parte bene e trova la prima rete dei secondi 30′ con Fabbricatore, dall’ala per il 9-14. Micaela Barresi accorcia le distanze sul -3 (13-16) al 36′. In una gara contraddistinta dai tanti rigori concessi è Tanic, sempre dalla tacca, a riportare Ferrara sul +6 (15-21) al 41′ dopo l’errore di Barresi. La super parata di Villoslada, apparsa in grande condizione specialmente nella ripresa e fra le MVP del match, impedisce a Bernardelle di riportare a Malo sul -3 (18-22 al 48′).  L’estremo difensore spagnolo si ripete anche su Dalle Fusine, disinnescandole un rigore che permette a Ferrara di entrare negli ultimi 10′ di gara su un confortante +5. Sempre Villoslada, con un’altra parata sul rigore di Barresi, chiude definitivamente il match: le reti di Marrochi e Tomova mettono il sigillo al 23-29 finale.

 

TABELLINO 

Guerriere Malo vs Ariosto Ferrara 23-29 (9-13) 

Malo: Delle Fusine 1, Peruzzo, Caretta, Young 4, Lain 5, Dyulgerova, A. Pozzer 1, Bisevac, Buhna 3, M. Pozzer, Bernardelle 4, Moretto, Fabris, Barresi 5, Zambon, Pretto. All. Sabino

Ariosto Ferrara: Villoslada, Vitale, Ferrara 2, Manfredini, Tanic 6, Crosta 8, De Santis, Lo Biundo, Fabbricatore 5, Marrochi 2, Angelini,

 

RISULTATI 7^ GIORNATA (6/11/2021)

Erice vs Brixen 23-28

Salerno vs Leno 35-24

Guerriere Malo vs Ariosto Ferrara 23-29

Mestrino vs Mezzocorona 28-17

Casalgrande vs Pontinia 27-28

Cellini Padova vs Cassano Magnago 28-21

 

CLASSIFICA SERIE A BERETTA FEMMINILE: Brixen 14, Jomi Salerno 13, Mestrino 12, Pontinia 10, Casalgrande 8, Erice 7, Cellini Padova 7, Cassano Magnago 4, Leno 3, Ariosto Ferrara 2, Guerriere Malo 2, Mezzocorona 2.

Sipario sulla Serie A Beretta Femminile: l’Ariosto riceve Brixen al “Pala Boschetto”

L’Ariosto alza il sipario sulla stagione 2021-2022. Sabato 11 Settembre, al “Pala Boschetto” con inizio alle ore 17.30, le ragazze di coach Carlos Britos si apprestano ad affrontare, nel “remake” dell’esordio della stagione 2019-2020, una Brixen drasticamente rafforzata dagli arrivi di Arassay Duran e Giorgia Di Pietro. Ubi Nossing potrà dunque schierare una formazione dall’ampia capacità di rotazione con varie bocche da fuoco.

L’Ariosto arriva al match inaugurale con varie giocatrici in dubbio fra cui  Martina De Santis, Mari Tomova e Paula Maria Visentin. Poche rotazioni dunque possibili sugli esterni per una squadra abituatasi nel pre campionato a giocare con varie giocatrici adattate al ruolo di “utility”.

 

COACH CARLOS BRITOS (Coach Ariosto Pallamano Ferrara): “Ci approcciamo a questo campionato con grande fiducia. La squadra ha cambiato volto quest’estate, riducendo l’età media. Sono piccoli rischi che amo prendermi: mi piace lavorare con ragazze giovani che hanno fame di arrivare e voglia di mettersi a disposizione.

Brixen è una delle favorite ai due trofei in palio per questa stagione: una società forte, solida ed in costante crescita che nel corso delle ultime stagioni ha conteso tutti gli obiettivi alla “corazzata” Salerno. Noi avremo l’arma della velocità da mettere in campo ed il “fattore Boschetto”: ritrovare il nostro pubblico, in una gara ufficiale, e arrivarci con una buona condizione fisica, sono le armi in nostro possesso per affrontare un esordio dall’alto coefficiente di difficoltà”.

COME ACCEDERE AL PALAZZETTO NELLE GIORNATE DI GARA: Il “Pala Boschetto” sarà accessibile, dalle ore 16.30, per i soli possessori di Green Pass valido (munito di relativo QR Code), ad ingresso libero sino al raggiungimento del 35% della capienza nominale dell’impianto.

 

PROGRAMMA 1^ GIORNATA (11/9)

Malo vs Erice

Ariosto Ferrara vs Brixen

Cassano Magnago vs Casalgrande Padana

Jomi Salerno vs Mezzocorona

Cellini Padova vs Cassa Rurale Pontinia

Leno vs Mestrino

Classifica Marcatori Serie A Beretta: Soglietti sale al 7° posto, Panayotova, Marrochi e Crosta vicine alla Top 10

Si muove in maniera rapida la classifica marcatori della Serie A Beretta. Con solamente due gare nello scorso fine settimana, è la prolifica prestazione interna delle emiliane contro Nuoro a incidere pesantemente in questa speciale graduatoria. Leader realizzativa per l’Ariosto rimane la capitana Katia Soglietti che, grazie alle 10 perle messe a referto nell’ultima vittoria interna, sale al 7° posto a quota 52 reti (5.2/gara). In forte crescita anche Martina Crosta (40 – 4 reti per gara) e Fernanda Marrochi (43) che entrano nella “top20”, affiancando la terzina bulgara Panayotova (45).

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A BERETTA 2020-2021

Arassay Duran (Oderzo) 78

Giada Babbo (Brixen) 70

Sofia Ghilardi (Brixen) 67

Michela Notarianni (Nuoro) 66

Martina Guerra (Erice) 59

Domenica Satta (Nuoro) 58

Katia Soglietti (Ariosto Ferrara) 52 

Giovanna Lucarini (Mestrino) 50

Loredana Put (Pontinia) 49

Cristina Lenardon (Cingoli) 48

Michela Cobianchi (Cassano Magnago) 45

Marinela Panayotova (Ariosto Ferrara) 45

Fernanda Marrochi (Ariosto Ferrara) 44

 

Martina Crosta fa il punto: “Contro Brixen abbiamo mostrato carattere, la pausa ci farà bene”

Terminato con largo anticipo il girone d’andata, a causa del richiesto assembramento di gare nel mese di Novembre atto a consentire al terzino Nahomi Marquez di raggiungere le colleghe della selezione cubana in vista dei Mondiali in Giappone, l’Ariosto si prepara ad un lungo periodo di pausa dal quale provare ad uscire rafforzate in vista del serrato girone di ritorno.

Martina Crosta, fra le protagoniste di questa prima parte di stagione, fa il punto al giro di boa in casa Ariosto.

Martina Crosta, una prima parte di stagione a luci ed ombre. Quali sono i punti sui quali lavorare? 

“Siamo un collettivo drasticamente rinnovato. Non è facile creare nuovi automatismi e avere prolungata fluidità, specialmente nei periodi caratterizzati da tante gare ravvicinate. Credo che, nella gara di ritorno di Coppa contro Brixen, si sia visto un enorme miglioramento e pur dovendo fare i conti con l’assenza di Marquez per infortunio, ce la siamo giocata sino all’ultimo possesso. Ora sta a noi lavorare duramente in palestra, approfittare della sosta per provare a ridurre il gap di rodaggio con le altre squadre del Girone”.

Come ti stai trovando a Ferrara e su cosa pensi di poter ancora migliorare? 

“L’Ariosto è davvero una grande famiglia. Si pensa e di lavora sulla pallamano tutto il giorno e questo lo trovo un patrimonio per tutto il movimento. Io ho cercato di inserirmi al meglio ma è stato abbastanza facile perchè c’è un gruppo sano che lavora duramente in palestra e si trova bene anche fuori dal campo”.

Peccato aver lasciato qualche punto di troppo per strada, non trovi? 

“Concordo. La sconfitta interna contro il Cassano ci ha fatto fare un passo netto indietro rispetto alla pallamano che avevamo espresso sino a quel momento. I due pesanti ko patiti con Brixen nella gara d’andata e nella trasferta di Mestrino ci hanno dato una scossa che abbiamo mostrato sul campo, nonostante l’assenza di Nahomi, contro Brixen nella gara di ritorno. Sono certa che, nel girone di ritorno con tante gare da giocare in casa, mostreremo tutto il nostro valore!”

 

 

Mercato: Martina Crosta è ufficialmente una giocatrice della Pallamano Ariosto Ferrara

La società Pallamano Ariosto Ferrara è lieta ed orgogliosa di comunicare di aver positivamente concluso la trattativa per portare alla corte di coach Carlos Britos la centrale/terzino classe ’93 Martina Crosta, proveniente dall’Olimpica Dossobuono.

La dirigenza Ariosto si avvicina così al completamento di una rosa ampia e completa, pronta per affrontare una stagione che la vedrà impegnata su tre fornti: Serie A1, Ehf Challenge Cup ed una Final Four di Coppa Italia, che diviene uno degli obiettivi stagionali.

Entusiasta della sua nuova destinazione Martina Crosta ha dichiarato: “Mi sono avvicinata a questo sport all’età di 11 anni e da allora, penso si possa parlare di amore a prima vista. La pallamano rappresenta gran parte della mia vita e le scelte prese nel corso degli anni sono sempre state fatte in funzione di essa: sono ormai quindici anni che pratico questo meraviglioso sport. Mi reputo una giocatrice determinata, ambiziosa, con tanta passione, voglia di fare, di imparare e di dimostrare. La tenacia e la grinta sono gli elementi che più di tutti mi caratterizzano in campo: sono una ragazza che non molla mai e che lotta sempre fino alla fine.

Ho militato per quattordici stagioni nell’ Asd Handball Flavioni Civitavecchia, società nella quale sono nata e cresciuta, società che mi ha formata ed indirizzata. In questi anni tante emozioni, tante delusioni, tanti sacrifici, duro lavoro, ma ripagata da belle soddisfazioni! Sono partita,come tutte, campionati giovanili (che ricordo con piacere), per poi passare con la prima squadra in serie A2, disputando vari campionati, prima da ala sinistra, passando poi a terzino destro, sino a guadagnarmi il posto in campo, con il ruolo di centrale. Fra promozioni e qualche retrocessione, anno dopo anno, mi sono tolta tante soddisfazioni, raggiungendo gli obiettivi che mi ero prefissata sino a realizzare il mio più grande sogno: indossare per la prima volta nella vita la maglia della nazionale.

Dovendo fare una classifica, le emozioni sportive più belle in assoluto sono state: la promozione in Serie A1 nella stagione 2015/2016 e la convocazione in nazionale nella stagione 2016/2017. L’ esperienza in nazionale più unica che rara, 3 raduni intensi e ricchi di emozioni fino alla convocazione per la qualificazione al mondiale. Piansi dall’emozione durante l’inno nazionale e tremai come una foglia quando entrai in campo per la prima volta in una partita ufficiale. In Serbia segnai le mie prime 2 reti con la maglia azzurra il giorno del mio compleanno. Certe emozioni non si scordano mai!

Lo scorso anno mi contattò l’Olimpica Dossobuono, proponendomi un buon progetto per la stagione 2018/2019: decisi di lasciare la mia squadra e la mia società per andare alla ricerca di nuovi stimoli e obiettivi.

Ecco ora arrivare la proposta dell’ Asd Ariosto Pallamano: chiamata prestigiosa ed entusiasmante, un buon progetto composto da persone armate da tanta voglia di fare: proprio come piace a me. Mi sono presa qualche giorno per pensare, poi, dopo aver valutato attentamente, ho deciso di accettare con entusiasmo, aprendo un nuovo capitolo della mia carriera.

Ringrazio la società per la stima e fiducia riservatami e spero togliermi grandi soddisfazioni con le mie nuove compagne di squadra”.