Teramo torna tra le grandi: Lions promossa in Serie A

figh

Teramo torna tra le grandi: Lions promossa in Serie A

“Una piazza storica come Teramo torna, anche al maschile, nel posto che le compete e al pari di altre realtà di grande tradizione come Conversano, Trieste o Siracusa”. La definizione di Salvatore Faragalli, presidente della Lions Teramo, è il miglior riassunto. La formazione del Lions Teramo ha festeggiato il 1 aprile scorso il ritorno della città abruzzese in Serie A, con una promozione divenuta matematica a 4 giornate dal termine della stagione.

Non è un risultato qualunque, perché al centro c’è uno dei teatri storici dell’handball nazionale. La massima serie mancava dalla stagione 2013/14, quando l’allora TeknoElettronica Teramo – tra le protagoniste della Serie A d’Élite di quegli anni – aveva dovuto forzatamente rinunciare alla categoria. Da quella esperienza Teramo è ripartita, esprimendo quest’anno due realtà societarie ai vertici della Serie A2, Lions Teramo e Proger Teramo, e protagoniste di un derby cittadino, ovviamente, molto sentito.

A fare festa sono stati i Lions, il cui ruolino di marcia è stato fino ad ora perfetto: 13 vittorie in 13 partite. E con 3 turni ancora da disputare, l’obiettivo è dichiaratamente quello di giungere fino in fondo senza passi falsi. Con la Serie A già in tasca.

Il Presidente: Salvatore Faragalli

“La nostra è una società nata nel 2007 dalla passione del tecnico Marcello Fonti e di un gruppo di dirigenti e collaboratori – Roberto De Angelis, Angelo Limoncelli, Jimmy Di Giulio, Gaetano Di Provvido – tutti provenienti dal campo e innamorati della pallamano. Dopo due stagioni di Serie B, quest’anno siamo riusciti anche a rinforzare la squadra con alcuni innesti di maggiore esperienza, a partire dal ritorno a Teramo del capitano Andrea Di Marcello, vincendo il campionato. Sono felice per i ragazzi, perché hanno lavorato duramente e meritano questa promozione. Ma non ci fermiamo: la nostra società lavora duro, anche e soprattutto nel settore giovanile, perché crediamo che il lavoro coi giovani sia fondamentale per una crescita graduale, passo dopo passo, e che possa negli anni portare a delle soddisfazioni”.

“Ci stiamo già muovendo per la prossima stagione. Posso già dire che, sì, prenderemo parte alla Serie A e lo faremo confermando in blocco la squadra di quest’anno. Crediamo poi che con qualche puntello, anche naturalmente ascoltando il tecnico Fonti, ci siano ottime possibilità di ottenere la salvezza. Ma ci muoveremo con cautela: la nostra dirigenza viene tutta dal mondo della pallamano, che conosciamo bene. La nostra filosofia non è quella di rivoluzionare il roster con nuovi giocatori e, anzi, vogliamo proseguire in un discorso di crescita dei nostri ragazzi e di tutta la pallamano teramana”.

Il Tecnico: Marcello Fonti

“La soddisfazione è grandissima, perché dopo tanti anni ai vertici non è stato certamente facile ripartire da zero. Dopo anni di duro lavoro con i settori giovanili e in Serie B, coinvolgendo un gruppo di ex giocatori, tutti realmente appassionati, in società, siamo riusciti a riportare Teramo in Serie A. Sono serviti 3 anni: possono sembrare molto, ma la verità è che vincere due campionati consecutivi (Serie B e Serie A2 ndr) non è mai facile. Vincerlo come lo stiamo facendo noi, con un en plein dal punto di vista dei risultati, è poi ancora più bello e soddisfacente”.

“Devo ringraziare tutto il gruppo dirigente della società, che ci hanno dato la possibilità di lavorare per un obiettivo ambizioso come la Serie A. Un grazie di cuore va naturalmente anche ai miei giocatori, bravissimi a tenere la concentrazione alta sin dall’inizio della stagione. Il prossimo anno? Aspettiamo di conoscere tutti i dettagli sulla formula del campionato, ma credo che questa rosa, con l’aggiunta di qualche innesto, possa competere a buoni livelli”.

Dal campo: Andrea Di Marcello

“L’obiettivo che c’eravamo prefissati già in estate era quello di riportare al più presto Teramo in SerieA. È stato un campionato fino ad ora positivo per una squadra che credo sia costituita da ottimi elementi. Il fatto di essere un roster di ottimo livello ci ha aiutati: seguendo le indicazioni del nostro tecnico, che conosciamo bene e sappiamo essere molto meticoloso nel lavoro quotidiano, siamo riusciti ad esprimerci al meglio e ora vogliamo chiudere la stagione senza sconfitte”.

Teramano d’origine, Di Marcello è tornato quest’anno a vestire la maglia della sua città dopo una esperienza pluriennale con l’Ambra, in Toscana. “A Teramo ho trovato una situazione davvero in evoluzione. Si sta lavorando moltissimo sui settori giovanili, ci sono tanti ragazzi che giocano a pallamano, da parte nostra c’è un grande lavoro anche e soprattutto nelle scuole . C’è fermento. Anche nell’altra realtà cittadina, la Proger Teramo, ci sono buonissimi elementi e questo fa ben sperare per il futuro di questo sport nella nostra città. Credo che la Teramo della pallamano stia vivendo un momento positivo, in misura anche maggiore rispetto agli anni in cui abbiamo militato in Serie A d’Élite”.

Fonte Teramo torna tra le grandi: Lions promossa in Serie A

Leggi articolo originale su figh.it