QUAL.EURO2020: LUSSEMBURGO-ITALIA 24-23, TUTTO ANCORA APERTO

gif-italpress-468x60-es

QUAL.EURO2020: LUSSEMBURGO-ITALIA 24-23, TUTTO ANCORA APERTO

Una rete soltanto, che lascia tutto aperto per la corsa al primo posto. Lussemburgo – Italia finisce 24-23 (p.t. 13-10) a Luxembourg, nella prima sfida del doppio confronto che assegnerà ad una delle due formazioni il primato del Gruppo C di qualificazione agli EHF EURO 2020 e quindi il pass per la 2^ fase. Contro un’avversaria determinata a sfruttare a pieno i 60′ davanti al proprio pubblico, la Nazionale gioca una gara tutta in salita, nel cui bilancio pesa qualche errore di troppo al tiro e che però, conti alla mano, non compromette in alcun modo la corsa al primo posto del girone. Con un solo gol di scarto e la differenza reti negli scontri diretti a fare la differenza, si rivelerà decisiva, infatti, Italia – Lussemburgo del 15 gennaio prossimo a Siracusa (h 16:30 – diretta www.pallamano.tv). Doveva essere una partita difficile e così è stato. Lussemburgo subito in vantaggio 2-0, col cronometro che segna 4′. Prima rete azzurra che giunge qualche secondo più tardi: la firma Radovcic per il 2-1, a cui fa seguito il pareggio di Turkovic al 6′. Due le situazioni di vantaggio di Maione e compagni nel primo tempo, registrate all’8 sul 3-2 e al 10′ sul 4-3. Ma gli azzurri sbagliano troppo e il Lussemburgo ha il merito di approfittarne. Tra il 17′ e il 19′ break dei padroni di casa, avanti sul 9-6. L’Italia spinge sull’acceleratore e con Sperti e Turkovic pareggia: 9-9 al 25′. Troppo poco per un Lussemburgo più concreto e bravo ancora una volta a far fruttare i palloni persi dalla Nazionale. Altro break (4-0) e solo la rete del solito Turkovic dai 7m serve a limitare il passivo al termine del primo tempo (13-10). Anche la ripresa è tutta in salita per i ragazzi guidati da Fredi Radojkovic.  Il Lussemburgo vuole fare risultato in casa e al 33′ tenta l’allungo (14-12). Gli azzurri restano attaccati alla partita con le unghie. È Sperti il più positivo nella fase d’attacco: sue le tre reti consecutive per il 17-17 al 44′. Ma al 52′ il Lussemburgo è di nuovo avanti è il vantaggio è importante, di 4 reti. Iballi, Sperti e Skatar mettono a referto il break azzurro (3-0) che riapre la partita: al 55′ una sola rete divide le due squadre (22-21). Il finale è concitato, con il Lussemburgo che torna sul 24-21 e l’Italia brava a ridurre il divario prima con Skatar e poi con Turkovic. Finale: 24-23. Una sola rete dividerà le due formazioni al fischio d’inizio della sfida di ritorno, il 15 gennaio prossimo al Pala Lo Bello di Siracusa (h 16:30 – diretta www.pallamano.tv). Una sola rete, che trasforma Italia – Lussemburgo in un’autentica finale per la vittoria del girone.

(ITALPRESS).

Leggi articolo originale su italpress.com

gif-italpress-468x60-es