MALAGÒ “MILANO-CORTINA? VINTO PERCHÈ UNITI E SIMPATICI”

gif-italpress-468x60-es

MALAGÒ “MILANO-CORTINA? VINTO PERCHÈ UNITI E SIMPATICI”

Un successo figlio dell’unità di intenti e…della simpatia. Al Festival dello Sport in corso al Teatro Sociale di Trento, mattinata dedicata a Milano-Cortina, l’Olimpiade invernale del 2026 che l’Italia si è aggiudicata lo scorso giugno. “Non è che correvamo il rischio di essere antipatici, ma avevamo contro un paese di grandi tradizioni (la Svezia con Stoccolma, ndr) che si candidava per l’ottava volta senza aver mai ospitato le Olimpiadi Invernali – ricorda il presidente del Coni, Giovanni Malago’ – Il dossier è stato migliore ma ci sono cose non scritte: è stata vincente la scelta di attirare simpatia e l’ingresso in campo di Porcellato, Fontana e Confortola, e soprattutto la gag di Goggia e Moioli, ci hanno accompagnato a una grande vittoria italiana di cui siamo molto orgogliosi”. Se l’Italia si è aggiudicata le Olimpiadi del 2026 il merito è dunque di un lavoro di squadra: “E’ indispensabile tenere l’unità ma è molto difficile: solo lo sport ha questa potenzialità e opportunità. Non ci sono differenze di colore della pelle, età, condizioni sociali, né aspetti politici e partitici in generale: così le opportunità sono strepitose, se abbiamo ottenuto l’onere e l’onore di organizzare i Mondiali a Cortina, la Ryder Cup e altre manifestazioni ancora è grazie ad una credibilità di un Paese che non appartiene a un singolo. Questo va sempre ricordato, forse qualcuno il giorno prima lo dimentica…”.

“Una Paralimpiade rappresenta forse la legacy più impalpabile ma autentica, è quella che va a toccare l’indice di qualità della vita dei cittadini che andranno a beneficiare di un evento così importante – ha invece sottolineato il presidente del Cip, Luca Pancalli – In tema di accessibilità, si migliora la vita di tutti e c’è un aspetto da amplificare: una Paralimpiade stravolge il modello culturale per formare giovani che costruiranno un futuro migliore”. “Le Olimpiadi di Milano-Cortina sono una responsabilità grandissima, la federazione sta lavorando da anni sui giovani per essere il più competitivi possibili per il 2026”, le parole invece di Flavio Roda, presidente Fisi, mentre il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, auspica continuità con Expo 2015: “E’ una grandissima opportunità per Milano, la Lombardia e tutto il Paese”. Ed è pronto a fare il suo anche il Trentino: “C’è orgoglio e consapevolezza di mettere a disposizione una storia e una capacità organizzativa che il Trentino ha dimostrato. Siamo pronti, preparati e convinti che per la nostra parte faremo tutto il possibile e bene”, ha assicurato il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti.

“L’Olimpiade Milano-Cortina è una grandissima opportunità per l’Italia – ha sottolineato dal palco di Trento Urbano Cairo – Quando vedo che siamo il quinto paese per turismo con il 70 per cento delle bellezze artistiche, non mi capacito. Dovremmo essere i primi… Quando l’Italia fa squadra alla fine ce la facciamo: è stata una cosa spettacolare”.
(ITALPRESS).

L’articolo MALAGÒ “MILANO-CORTINA? VINTO PERCHÈ UNITI E SIMPATICI” proviene da Italpress.

Leggi articolo originale su italpress.com

gif-italpress-468x60-es